Argan, l'oro del deserto


Da sempre attratta dai riti di bellezza che caratterizzano le usanze delle donne della mia terra di origine (la Tunisia), non ho mai perso tempo nello sperimentare i segreti di bellezza delle mie sorelle nordafricane, in particolare di quella terra misteriosa e affascinante che è il Marocco.

Dopo le prime esperienze negli Hammam in stile marocchino, mi sono letteralmente innamorata di quell'olio vellutato e naturalmente profumato che è l'Olio di Argan. Bene, in Italia esistono in commercio decine di case cosmetiche che propongono prodotti a base di Olio di Argan, ma hai mai saputo le proprietà e gli usi miracolosi dello stesso olio utilizzato puro? Scopriamo insieme perchè l'Olio di Argan viene chiamato "l'Olio del Deserto", insieme alla nostra amica danzatrice e studiosa Ibtissam dal Marocco.

Maryem. Cara Iby come si usa in Marocco l'Olio di Argan per le cure estetiche...al femminile?

Iby. L’olio di argan ad uso cosmetico si ottiene da noccioli non tostati, è più chiaro ed è utilizzato sia per la cura della pelle che per trattamenti di bellezza ai capelli, è un olio rigenerante per eccellenza. Se amate i rimedi naturali per la bellezza e la cura del corpo non potrete fare a meno del versatilissimo olio di Argan. Questo estratto, ricavato dai semi dell’Argania spinosa, pianta che cresce esclusivamente nel Sud del Marocco, ha infatti diverse proprietà cosmetiche, idratante, nutritive e protegge la nostra epidermide dall’aggressione degli agenti esterni e dai danni dello smog. Da sempre è usato nella medicina tradizionale per le sue straordinarie proprietà, come cicatrizzante, per favorire il processo di guarnigione delle bruciature, mitigare il rossore della pelle e gli eczemi, per il trattamento della psoriasi, della varicella e dell'acne giovanile, favorire anche la rigenerazione delle cellule epidermiche e contrastare il rilassamento muscolare, rallentando l’invecchiamento della cute.

Grazie all’acido linoleico e oleico che contiene, ridona elasticità e luminosità alla pelle, che sembra perfettamente levigata dopo un massaggio. Inoltre è particolarmente indicato per le persone che soffrono di dolori muscolari: un massaggio con l’olio di Argan riscaldato, effettuato da una persona esperta, può alleviare la sensazione di disagio.

La proprietà dei molteplici usi di quest'olio e delle sue proprietà decantate dalla tradizione popolare è stata confermata da studi scientifici accurati e precisi.

Infatti il sapone nero (savon noir) è a base dell'olio di argan, ed è l'unico in Europa dotato di certificazione biologica. La sua funzione è quella di purificare ed eliminare le cellule morte.

Maryem. Quali sono i suoi usi alimentari e i suoi benefici?

Iby. Il suo utilizzo alimentare invece è consigliato per l’alto contenuto di vitamina E, come condimento ha infatti benefici simili a quelli che derivano dal consumo di olio d’oliva. Si può consumare anche tutti i giorni: grazie alle sue proprietà antiossidanti contrasta i radicali liberi e agisce come un vero e proprio trattamento antietà tanto naturale quanto efficace. Infatti si riconosce dal suo colore più scuro, dal sapore intenso, altamente nutritivo è alla base dell' Amlou ( una pasta di olio di argan, mandorle tritate e miele, da consumare preferibilmente a colazione.

Maryem. Sai come viene coltivato e lavorato in Marocco?

Iby. L'olio di argan più raro e più preziosi al mondo anche per la sua lunga e faticosa produzione, viene coltivato dall'albero Argania Spinosa (in lingua berbera) -أرغان - o l'albero della vita, che cresce esclusivamente nel sud-occidentale del Marocco come la città Essaouira, secondo un'antica pratica dalle donne berbere di spremitura a freddo, effettuato e filtrato a mano, senza l'ausilio dei filtri meccanici. Con passaggi delicati che richiedono grande abilità e manualità, e con gesti tramandati per trattare e lavorare bacche dall'arganier di colore verde o giallo, nelle quali si trovano mandorle da cui viene estratto l'olio. Tra giugno e settembre le donne si riuniscono per la raccolta e l'essicazione che può durare dai 15 giorni ad un mese, e deve essere eseguita a temperature moderate, per poi passare alla frantumazione delle mandorle, che vengono torrefate sul fuoco (momento dell'asslay) in piccoli fornì di terra. Successivamente si arriva alla macinazione, grazie a una mola di pietra rotatoria simile alle macine chiamata Azerg in lingua locale. Il tutto viene impastato con acqua fredda in modo da facilitare l'estrazione dell'olio. La pasta ottenuta e poi rimescolata è sottoposta a pressatura manuale che produce la caduta di gocciole di olio emulsionate in acqua. Bisogna ricordare che sono necessari parecchi chili di frutto per ottenere un litro d’olio.

Maryem. come lo chiamate in Marocco?

Iby. L'argan in lingua berbera ( أرغان) significa Olio.

Maryem. Mi sai dire i nomi dell'eccezionali donne che ti hanno rivelato i segreti di questo prezioso "oro" di bellezza.

Iby. Essendo di origini berbere, ogni anno quando mi reco in Marocco, oltre la permanenza a Casablanca, Agadir, Marrakech, non manca il viaggio a Taroudant, la città dove è nato mio nonno (è una città berbera sorta attorno ad un mercato che si trova a Valle Sous, nella parte meridionale del marocco). E per me è sempre un esperienza unica ed indimenticabile essere accolta dal villaggio berbero Tizgui, il vedere lontano e sentirsi liberi, non so spiegare bene cosa provo, ma mi sembra di volare nell'immensità.

Eccomi con quelle donne, uniche, avvolte nell'eleganza dei loro costumi colorati, con i loro occhi scuri resi ancora più profondi dai tratti neri del khajal, abbracci, sguardi silenziosi ed accoglienti. Si mi sento a casa mia!!

E come ogni anno in questi villaggi è tradizionale offrire l'olio di argan insieme al miele in segno di ospitalità, accompagnato con il pane tradizionale e té alla menta.

E' proprio in questi momenti, dai profondi significati spirituali, che chiedo direttamente alle donne del posto come viene utilizzato per la salute e per la bellezza. E' la signora Zahra (carissima amica di mia nonna) che, con un racconto dopo l'altro, mi spiega cos'è l'olio di argan, come loro stesse lo utilizzano per esaltare la loro bellezza, come ad esempio il massaggio antico berbero, l'impacco ristrutturante per i capelli, per le unghie e l'utilicco per i neonati.

Nella tradizione berbera, al 7° giorno dalla nascita del bambino, giorno in cui, secondo la tradizione, viene assegnato il nome del bambino, c'è l'usanza di versare una goccia di Olio di Argan sul palmo della mano nel nascituro.

Con questo posso confermare che i berberi marocchini aprono le loro case a chiunque bussi alla loro porta, in segno di pace e di amicizia e per questo sono orgogliosa di essere una di loro!

Qualche rimedio con l'Olio di Argan

  • Scrub per il corpo

Aggiungi ad un pò di Olio di Argan del sale e cospargilo sul corpo come un normale scrub. Risciacquare abbondantemente

  • Scrub per le labbra

Aggiungi ad un pò di Olio di Argan dello zucchero e passa il composto sulle labbra. Ti aiuterà a rimuovere le pellicine in eccesso.

  • Maschera per capelli

I capelli in particolare hanno bisogno di nutrimento per riacquisire lucentezza e setosità. Prendi una noce di Olio di Argan tra le mani, e passalo tra le ciocche dei capelli, tamponando delicatamente ciocca per ciocca. Lascia la maschera di olio in posa per almeno un'ora. Risciacquare abbondantemente e fare lo shampoo.

#Cultura #Bellezza #RitieTradizioni #Benessere

3 visualizzazioni
Non ci sono eventi in programma